Immagini cristallizzate in ricordi belli che trovano spazio nella mente e nel cuore; esce “Frontiere” di Antonia Chimenti

Comunicato stampa

L’avventura canadese di una giovane donna italiana, prima migrante con i suoi genitori e poi ritornata in Italia, si traduce in appunti su incontri di vita con altre persone, immagini cristallizzate in ricordi belli che trovano spazio nella mente e nel cuore fornendo risposte a quesiti latenti nella coscienza: il senso della vita, la qualità del rapporto con i simili, la propria specifica funzione nel mondo.

In una società come quella canadese, molto attenta alla crescita e alla maturazione dei popoli che pacificamente convivono, il contatto diretto e quotidiano con persone di varie età ed etnie proietta una luce nuova nella vita quotidiana di chi è disposto ad accettare ciò che accade. Per l’Autrice il Canada ha il volto e la voce delle persone che ispirano alcuni dei suoi brevi racconti, bozzetti di vita che aprono alla convivenza pacifica e civile e al superamento di barriere psicologiche, “frontiere” che, in realtà, possono non esistere tra gli esseri umani.

[Pagina Web Autrice]



Frontiere
di Antonia Chimenti

Collana Oltremare – Narrativa

Prefazione: Ilaria Celestini
Curatore: Ilaria Celestini
Direttore editoriale: Ilaria Celestini
27.3.2019, 52 p., brossura
Formato 120×165 mm
ISBN 978-88-85566-37-8

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



Il dolore di ricordare può servire a evitare altri dolori inutili; esce “L’erba dei conigli” di Massimo Aspesani e Milly Paparella

Comunicato stampa

Bertino, ragazzino alle soglie dell’età adulta, ha vissuto il suo spazio di crescita in un periodo segnato dalla morte, dalla guerra, dalla violenza; si è sentito adulto quando ha affrontato il difficile compito di portare un biglietto a un prigioniero dei fascisti, ma subito il suo corpo lo ha rimandato nei territori dell’infanzia, timoroso e fragile come tutti i ragazzini dodicenni; i dodicenni di oggi vivono in una democrazia, incontrano ancora le bestie nere che cercano di inculcare in loro il razzismo, l’odio, la xenofobia ma possono vivere quei periodi di guerra e dolore solamente grazie alle narrazioni e alle memorie di un ragazzino di allora, proprio quelle memorie delle quali Bettino parla come di una operazione dolorosa. Forse quel dolore, il dolore di ricordare, è necessario perché i ragazzi di oggi inizino a pensare e a capire. Forse l’incontro che si propone questo libro, con queste storie, tra Bettino dodicenne e i ragazzi di oggi, per quanto doloroso, può servire ad evitare altri dolori inutili, altre inutili stragi. Per questo sarebbe bene che tanti ragazzi oggi leggessero queste pagine.

[Pagina Web Aspesani]

[Pagina Web Paparella]



L’erba dei conigli
di Massimo Aspesani e Milly Paparella

Collana Oltremare – Narrativa

Prefazione: Raffaele Mantegazza
Curatore: Paola Surano
Direttore editoriale: Ilaria Celestini
27.3.2019, 110 p., brossura
Formato 148×210 mm
ISBN 978-88-85566-33-0

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



Una giovane donna sceglie di amare con tutta se stessa una figlia diversa; esce “Sarai sempre nel mio cuore” di Rosanna Cavazzi

Comunicato stampa

Una giovane donna sceglie di amare con tutta se stessa una figlia diversa: una bambina speciale che, a sua volta, diventerà un’adulta fragile e forte insieme, portatrice di una condizione svantaggiata per un cromosoma in più, e, nel contempo, donatrice di una gioia di vivere straordinaria.

Al centro di tutto, nel piccolo mondo della protagonista, l’amore, inteso nel senso più nobile del termine, come donazione di sé; e anche come capacità di costruire legami di amicizia e affetti autentici e profondi che crescono e si evolvono, nel tempo, mettendo radici così forti che neanche la morte riesce a spezzare.

E una pasticceria che ospita storie d’amicizia, episodi quotidiani, gesti di solidarietà concreta; nel testo ci sono anche alcune ricette, tutte da provare, per riassaporare quei dolci semplici e deliziosi che tutti abbiamo gustato nei giorni lontani della nostra infanzia, preparati da mani esperte e amorevoli e che vengono tramandati da generazioni di donne in ciascuna famiglia. Un vero e proprio testo educativo, che ben figurerebbe in ambito scolastico, per il suo valore formativo, oltre che etico.

[Pagina Web Autrice]



Sarai sempre nel mio cuore
di Rosanna Cavazzi

[Pagina Web Autrice]

Collana Oltremare – Narrativa

Prefazione: Ilaria Celestini
Curatore: Ilaria Celestini
Direttore editoriale: Ilaria Celestini
27.3.2019, 154 p., brossura
Formato 138×216 mm
ISBN 978-88-85566-31-6

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



Celebrazione del centenario della fondazione della Pro Patria calcio; esce “Tigri, Micioni e altre quisquilie” di Alberto Brambilla

Comunicato stampa

Ogni riferimento a fatti e persone è puramente accidentale, ma non inverosimile. Questi racconti, riuniti per celebrare il centenario della fondazione della Pro Patria calcio, filiazione della Pro Patria et Libertate nata nel 1881 che si occupava soprattutto di ginnastica e non aveva ancora una specifica sezione calcistica, sono sospesi tra invenzione e realtà, scritti nell’arco di un ventennio con una pluralità di stili e di soluzioni narrative che danno al libro anche un’unità sperimentale. Oltre che il nome, di queste lontane radici resta ai tifosi anche la splendida maglia rimasta inalterata sino ad oggi, segno della vocazione tessile di Busto e delle origini ginnastiche della società, simbolo di identità storica e splendido esempio di design ed eleganza che molti invidiano. Cosa spinge un tifoso a seguire la sua squadra anche nei momenti meno felici? Non c’è una risposta univoca, ma i racconti qui raccolti aiuteranno ad avvicinarsi a una risposta.



Tigri, Micioni e altre quisquilie
Racconti per un centenario
di Alberto Brambilla

[Pagina Web Autore]

Collana Oltremare – Narrativa

Curatore: Paola Surano
Direttore Editoriale: Ilaria Celestini
19.3.2019, 168 p., brossura
Formato 120×165 mm
ISBN 978-88-85566-35-4

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



Tracce di Cultura – l’Inform@zione OnLine – Un pomeriggio di Poesia, Letteratura e Musica

Il mese di marzo è mese di rinnovamento, di novità, di vita nuova.
Proprio il 21 marzo che segna, infatti, la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, è anche la Giornata Mondiale della Poesia.

Cosa sarebbe il ritmo della quotidianità senza la Poesia, senza quel leggero soffio vitale che riesce a toccare il cuore di tutti noi con parole “alate” come dicevano gli antichi, trasformando ciò che ci ingabbia nella realtà, in una possibilità di vita nuova e di visione “altra”, rispetto a ciò che ci circonda e che abitualmente viviamo? La poesia è la prima forma letteraria con cui l’Occidente ha tramandato ai posteri la sua storia, la sua cultura, le gesta degli eroi e i sentimenti dell’uomo.
La poesia, la musica, la raffigurazione visiva e plastica, come sappiamo, sono espressioni d’arte antiche quanto l’uomo e affondano le loro radici nell’animo dell’uomo stesso.

Con la collaborazione di
– Inform@zione online di Busto Arsizio
-Teatro Fratello Sole di Busto Arsizio
– Appenzeller Museum di Bodio Lomnago
– Ditta Emanuela De Bernardi di Busto Arsizio

Il 24 marzo presso la Sala Polifunzionale del Teatro Fratello Sole in via Massimo d’Azeglio nº1, alle ore 16, l’Associazione Culturale TraccePerLaMeta – TraccePerLaMeta Edizioni presenterà un pomeriggio dedicato alla poesia, alla letteratura e alla musica.

Paola Surano e Anna Maria Folchini introdurranno Ilaria Celestini, critico letterario e direttore editoriale di TraccePerLaMeta Edizioni, che presenterà il suo nuovo libro “Alzo gli occhi verso i monti – appunti di viaggio nella vita”. Poetessa e scrittrice a tutto tondo, Ilaria Celestini con questa sua ultima opera trasmette un messaggio che evidenzia tutto quel patrimonio di emozioni, conoscenze, sensibilità che non solo è suo personale, ma che accompagna sempre il cammino degli esseri umani che sanno conservare sempre, in ogni momento, speranza e gratitudine a Dio e alla vita.
I poeti che hanno dato la loro adesione entro il 10 marzo – fra questi anche Gianluigi Marcora –  leggeranno le loro poesie e il Coro femminile Adansonia si esibirà negli intermezzi musicali sotto la direzione del Maestro Carmelo Massimo Torre.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta FB sulla pagina di TraccePerLaMeta Edizioni partire dalle ore 16.

L’ingresso è libero, ma per ragioni organizzative è necessario prenotarsi entro il 18 marzo e fino ad esaurimento posti:

Anna Maria Folchini Stabile
Paola Surano 

www.tracceperlameta.org

https://www.facebook.com/TraccePerLaMeta.Edizioni/





museo_appenzellerL’Appenzeller Museum è nato nel 2009 come museo etnografico di famiglia.
Rapidamente si è espanso nello spazio e nella tipologia degli oggetti raccolti, anche grazie a numerose importanti donazioni.
Oggi copre, nelle sue varie sezioni, un’area di 300 mq con decine di migliaia di “pezzi”, che coprono i più svariati interesse, ed è ubicato nelle prestigiose ex scuderie del conte Puricelli a Lomnago.
E’ stato ideato e viene gestito dall’ingegner Liborio Rinaldi.
Il museo è oggetto di numerose visite da parte di privati, associazioni, scuole; su di esso sono stati fatti servizi da parte di La6, Rete 55 e recentemente da Varese News.
Nell’ampia corte si sono tenute rappresentazioni teatrali e si è svolto un raduno di Ferrari e auto d’epoca.

La Voce del Museo vuole essere un metodo veloce per raggiungere tutti contrabbandieri di cultura. Viene inviato mensilmente per e-mail.
Sul sito www.museoappenzeller.it viene creato un archivio storico con la possibilità di scaricare i singoli numeri.

Marzo 2019, anno VII, numero 3

La Voce dell’Artista: Ilaria Celestini (pag.6)

download_pdf



Un vivace intreccio di vicende; esce “Disobbediente per amore” di Paolo Balzarini

Comunicato stampa

Vivace intreccio di vicende che vedono la crescita umana e spirituale di un sacerdote fuori dagli schemi, che fa scelte controcorrente e che obbedisce, in primo luogo, alla propria coscienza e a quella legge dell’Amore che sta a fondamento dell’etica umana, prima ancora che religiosa. E scopriamo anche di quanta umanità sono ricche le persone, a prescindere dal loro credo o dalle identità culturali e di ruolo, e quanto profondamente ci accomuna la nostra fragilità che si esprime in modi diversi, ma fa parte, in maniera costitutiva ed essenziale, della nostra natura, immortale e caduca insieme. E su tutto nella visione dell’Autore, veglia un Destino, una Provvidenza amorevole, un Dialogo che ha un Disegno su ciascuno, su ciascuna anima, unica, irripetibile e preziosa.

ILARIA CELESTINI
(critico letterario, specialista di Lingua e Letteratura Italiana,
direttore editoriale di TPLM Edizioni)



Disobbediente per amore
di Paolo Balzarini

[Pagina Web Autore]

Collana Oltremare – Narrativa

Prefazione: Ilaria Celestini
Curatore: Ilaria Celestini
1.3.2019, 388 p., brossura
Formato 138×216 mm
ISBN 978-88-85566-30-9

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



 


L’Associazione Culturale TraccePerLaMeta
ORGANIZZA
il 3° Concorso Letterario Nazionale di Poesia e Narrativa – Edizione 2018

dedicato alla figura di “Luigi Marini” socio di TPLM e poeta

Scadenza: 28 febbraio 2019

Proroga scadenza: 31 marzo 2019

Luigi Marini amava la vita, la poesia, la natura, la famiglia, il ciclismo e Fausto Coppi che ammirava, aveva conosciuto, e considerava il suo modello di sportività per la vita, gli amici, il suo paese – Pieve Emanuele – e la grande Milano con la Madonnina alla cui ombra era spiritualmente vissuto, sempre affascinato dalla sua vita veloce. 

Quest’anno Luigi Marini, nostro amico e poeta ci ha lasciati dopo un lungo periodo di sofferenza.

Leggi Tutto:

Intrattenimenti intorno alla historia naturale et altre curiosità; esce “Terra incognita” di Vittorio Pieroni

Comunicato stampa

L’opera è un viaggio senza tempo che permette di passare dalla contemporaneità al medioevo, di fuggire dall’oggi per scoprire mondi inaspettati. Le storie dell’universo, della terra, dell’evoluzione sono viste e raccontate da un uomo di scienza e d’arte, capace di infondere cuore, pensiero, emozioni nei dati lungamente studiati e raccolti, nelle questioni più complesse che solo un paleontologo può conoscere. È un’opera singolare, indefinibile in cui la lingua s’innalza aulicamente e subito dopo s’imbastardisce, s’immerge nel tempo e trasvola negli spazi. Analogamente le immagini dipinte dall’autore sono riconducibili ai codici miniati, agli incunaboli, ai bestiari medioevali, alle fiabe dell’antichità, alla più attuale contemporaneità, evidente quest’ultima soprattutto nella composizione libera della pagina attraverso un segno-scrittura di grande attualità.


Terra incognita
Intrattenimenti intorno alla historia naturale et altre curiosità

Collana Oltremare – Narrativa
Vittorio Pieroni

[Pagina Web Autore]

11.2.2019, 90 p., filorefe
Formato: 170×240 mm
Introduzione: Alberto Brambilla
Prefazione: Emma Zanella
Illustratore: Vittorio Pieroni
Curatore: Paola Surano
Direttore editoriale: Ilaria Celestini

ISBN: 978-88-85566-29-3

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono acquistabili in tutti gli shop online e ordinabili in qualsiasi libreria

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB

acquista_online_tplm



Tracce di Cultura – l’Inform@zione OnLine – Bernardino Orlando: vivere e raccontare la propria disabilità

Chi scrive é testimone del tempo che sta vivendo e condivide con i suoi lettori ricordi, emozioni, avventure, sensazioni che lo vedono protagonista e di cui desidera che non si perda memoria.

È quanto ha fatto Bernardino Orlando, classe 1959, nel suo libro “Una vita da non dimenticare” , pubblicato per i tipi di TraccePerLaMeta Edizioni, 2016.

L’Autore, raccontandosi fin dalla tenera etá, descrivendosi come un bimbo vivacissimo e sempre allegro, è nato a Bernalda (MT). Ma è cresciuto, ha vissuto e ha abitato e respirato l’aria dei luoghi intorno a Busto Arsizio, senza perdere i legami con i parenti più lontani, membro di una famiglia composta da persone normali che si volevano e si vogliono bene, che conservano affetti e legami, che lo hanno supportato come meglio hanno potuto nel suo cammino verso la meta del diventare uomo, marito, padre di famiglia, nonno, lavoratore assiduo, amico generoso e soprattutto persona onesta che ha saputo amare ed essere amato e stimato da tutti coloro che lo hanno conosciuto e lo conoscono.

Bernardino Orlando é un buono, come si dice comunemente, ma é anche una persona dalla tempra forte che in questi ultimi anni affronta con coraggio da lottatore insieme alla moglie, alle figlie e ai familiari tutti una malattia progressiva e terribile, la SLA, che gli ha tolto nel tempo l’autonomia, ma non la voglia e la forza di vivere.

Abbiamo pubblicato il suo diario di vita nell’intento di dare a tutti coloro che affrontano il cammino doloroso e tortuoso di una male progressivo e gravemente invalidante, il sostegno morale, il conforto di non essere soli, di poter pensare che la dignità di persona non è mai persa quando c’è nel cuore la consapevolezza che lo stesso esistere è un’opportunità unica per chi sa recepirla come tale.

Bernardino Orlando in questa sua biografia/testimonianza dice che la sua vita potrebbe sembrare un fiasco a vederla solo dal punto di vista del crollo della salute e delle capacità fisiche, ma nella sua realtà personale di uomo che si definisce “credente nella religione e nel prossimo”, egli ha la certezza che l’aver corso sempre, l’essere sempre stato disponibile nel fare il suo lavoro, bene e sollecitamente, andando incontro a tutti coloro che nel tempo hanno avuto bisogno di lui, lo ripaga di uguale moneta; per questo motivo non si sente solo e per quanto dura possa essere la sua vita, chi lo assiste, a partire dalla moglie e dalle figlie, per finire anche alle persone dell’ASL che lo curano, tutti, gli danno il conforto e la certezza che la vita è una cosa cara e meravigliosa.

Ilaria Celestini, critico letterario, poetessa e scrittrice, direttore editoriale di TraccePerLaMeta, nella sua prefazione parla in modo commosso e rispettoso di Orlando e di come le pagine della sua opera siano esempio della vera nobiltà del cuore. “Commuove l’anima e davvero qui il critico letterario sente il bisogno di inchinarsi davanti al racconto della fame, della fatica, del lavoro, delle prove che incessantemente hanno martoriato e forgiato l’anima di un uomo che, anche in mezzo ad ogni tipo di dolore, ha saputo mantenere la capacità di uno sguardo buono. Dino avrebbe avuto non uno, ma mille motivi per recriminare e maledire il destino, la sorte, la vita; invece benedice… Non si è lasciato abbruttire dalla vita; in psicologia la capacità di reagire costruttivamente alle avversità è definita resilienza: in questo senso egli è realmente un “campione della resilienza”…. La lettura di questo libro offre molti spunti di riflessione, anche sul piano sociologico: come eravamo negli anni 70 e 80? Dino ce lo ricorda con ironia, grazia e vivacità: è il tempo delle compagnie di amici, delle tavolate di parenti, degli scambi di auguri, della schiettezza di un bicchiere di vino e di un pasto consumato in semplicità e allegria”.

Dino Orlando scrive con il puntatore ottico un libro che è un inno alla vita e alla sua bellezza, ringraziando Tutto e tutti. Allora, come scrive Ilaria Celestni, “… tutti noi che crediamo nei valori dell’Uomo e della sua Dignità, nel nome di quel Dio che, come giustamente Dino ci ricorda, è con noi e non ci abbandona, siamo certi che la vita vera, già su questa Terra, prima ancora che nei cieli, è fatta di amore, di piccoli gesti di premura e tenerezza condivisi, di stupore e gratitudine; non di odio, di ambizione e di livore. …E come credenti, come lettori, e soprattutto come uomini, diciamo grazie a Dino per il dono di questa sua testimonianza, e ci stringiamo commossi in un abbraccio, per tutto quello che ci ricorda e che ci insegna”.

Bernardino Orlando
“Una vita da non dimenticare”
TraccePerLaMeta Edizioni, 2016

Anna Maria Folchini Stabile
Paola Surano 



182_una-vita-da-non-dimenticare900

Una vita da non dimenticare

Collana Cinabro – Visual | Cultura e Società
Bernardino Orlando

[pagina web autore]

4.11.2016, 192 p., filo refe
Curatore: Ilaria Celestini
Prefazione: Ilaria Celestini
ISBN: 978-88-98643-77-6

TraccePerLaMeta Edizioni

Le pubblicazioni di TraccePerLaMeta Edizioni sono ordinabili in qualsiasi libreria oppure acquistabili in tutte quelle online

LaFeltrinelli ibs2 amazon_logo_RGB 

acquista_online_tplm



Il nostro Shop

Negozi Online

Qui puoi trovare i portali su cui potrai pubblicare i tuoi libri ed eBook