BIBLIOTECA PIETRO THOUAR
FIRENZE, venerdì 20 settembre 2013, ore 17:50

La scrittrice fiorentina SANDRA CARRESI
presenterà il suo nuovo libro
“BATTITI D’ALI NEL MONDO DELLE FAVOLE”
edito da TraccePerLaMeta

venerdì 20 settembre 2013
alle ore 17:50

presso la BIBLIOTECA PIETRO THOUAR
VIA MAZZETTA 10, FIRENZE

RELATRICE: Annamaria Dulcinea Pecoraro – poetessa, scrittrice

INTERVERRANNO:
Marzia Carocci – poetessa, scrittrice-recensionista
Anna Maria Folchini Stabile – poetessa, scrittrice, presidente Ass. TraccePer LaMeta
Lorenzo Spurio – scrittore, critico letterario, direttore Euterpe Rivista Di Letteratura

Sarà presente l’autrice.

La S.V. è invitata a partecipare.

Info: info@sandracarresi.it

Acquista il libro online:

carrello_libri_tplm

facebook-event

Con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Città di Anzio.

Possono partecipare libri editi di poesia in lingua italiana.
Tema libero.

Spedire una sola opera in 2 copie – di cui una firmata dall’autore – con posta normale non raccomandata entro il 15 settembre 2013 a PREMIO POLVERINI – via Acqua Marina 3 – 00042 Lavinio – Roma. Tel. 06/90286930 – 389/5468825 – indirizzo mail:  editotem@mclink.it

Sulla busta di spedizione va scritto PIEGO DI LIBRI (tariffa postale euro 1,28)

I PLICHI RACCOMANDATI NON SARANNO RITIRATI.
Le opere dovranno essere accompagnate da una lettera su cui sono chiaramente indicati: nome – cognome – indirizzo – recapito telefonico dell’autore e mail.
Opere ammesse:

libri di poesia  – di autori viventi – editi in Italia da gennaio 2000 a settembre 2013.

Sono ammesse anche opere stampate in proprio o presso tipografie, che contengano almeno 30 liriche.
Nessuna quota di adesione.
I premiati verranno avvisati tramite lettera cartacea.

Premi

Ai primi dieci classificati assoluti saranno assegnate opere d’arte.

A tutti gli altri partecipanti, menzionati in 23 sezioni, saranno dati attestati di merito. Sarà, inoltre, consegnata a tutti i poeti presenti alla cerimonia di premiazione una pubblicazione sul concorso contenente l’elenco completo degli Autori con cenni biografici, relativa classifica, sezione poetica, provenienza regionale.

La stessa pubblicazione sarà consegnata inoltre agli ospiti, alla stampa e agli appassionati del settore poesia fino ad esaurimento delle copie omaggio.

I vincitori sono tenuti a presenziare alla cerimonia di premiazione e a ritirare personalmente il premio. È ammessa delega al ritiro.

Premiazione

Domenica 24 novembre 2013, ore 10 – presso la Sala Conferenze dell’Hotel Lido Garda –  Piazza G. Caboto 8 – 00042 Anzio – Roma – tel. 069870354 (convenzione speciale per i poeti che volessero pernottare).

Giuria

Tito Cauchi (presidente)
Anna Maria Di Marcantonio
Gianfranco Cotronei
Paolo Procaccini
Paola Leoncini
Renato Conti
Nicoletta Gigli (ufficio stampa)
Angela Di Paola (segretaria del premio).

Gli autori autorizzano la pubblicazione di stralci di poesie sulla stampa che interverrà alla premiazione.

Tutte le opere spedite non saranno restituite.

I partecipanti accettano tutte le condizioni del presente bando.

Lorenzo Spurio, scrittore e critico letterario marchigiano, ha ampliato la sua tesi di laurea magistrale conseguita all’università degli studi di Perugia nel 2011 sul tema della “devianza sessuale” nella narrativa dello scrittore britannico Ian McEwan e questo ne è il prodotto finale.

In questo ampio saggio, che si apre con una prefazione dello scrittore Antonio Melillo sul ruolo dell’amore nella letteratura, Spurio sviscera alcune delle problematiche sociali proposte dall’autore inglese tra le quali la follia, le aberrazioni, il perturbante, il deviato e la degenerazione di alcuni atteggiamenti frutto di una psiche malata. Il percorso che il lettore è chiamato ad intraprendere è agevolato da un ricco apparato di critica e di note esplicative o di riferimento che rimandano ad altrettanti testi ai quali Spurio si rifà.

Il saggio affronta il tema della sessualità vista dagli occhi allucinati di giovani senza regole (come avviene nel romanzo The Cement Garden) o nei suoi aspetti deleteri di una bieca perversione (come avviene in The Comfort of Strangers) e in varie altri narrazioni l’autore lo impiega, invece, per chiarire l’austerità dei tempi in cui ambienta le sue storie, la contrapposizione tra visione patriarcale e il nascente femminismo.

Questo saggio è una ricca e propedeutica analisi critica allo studio della narrativa di Ian McEwan.

SCHEDA DEL LIBRO

Titolo: Ian McEwan: sesso e perversione
Autore: Lorenzo Spurio
Prefazione: Antonio Melillo
Genere: Critica letteraria
Casa Editrice: Photocity, Pozzuoli (Na), 2013
ISBN: 978-88-6682-463-3
Costo: 10 €

ACQUISTALO ON-LINE!

Info: lorenzo.spurio@alice.it

La rosa in scatola
di Paola Surano
Ciccio Urso Editrice, Avola (SR), 2013
ISBN: 978-889838139-5
Pagine: 55

Costo: 9,50 €

Recensione di Lorenzo Spurio

Chi conosce Paola Surano, anche non profondamente come me, la ritroverà in pieno in questo libro. Chi, invece, non la conosce, la conoscerà per la prima volta con queste liriche che si leggono con piacevolezza. Sfogliando le pagine e dunque avanzando nella copertina_Surano2013lettura, si respira un’aria fresca e mai identica, un’atmosfera gioiosa e spensierata di una donna matura che giorno dopo giorno, ora dopo ora, coglie dal mondo che la circonda tutto ciò che esso ha di bello da offrirgli. Ed è per questo che quando mi capita di recensire le sillogi di Paola Surano non posso fare a meno di osservare che le sue opere sono un chiaro esempio di lode al creato e un ringraziamento beato al Creatore. E’ evidente la fede cattolica della scrittrice che si evince in varie liriche e nella sua stessa grande anima filantropica.

Paola si identifica con l’altro e con esso colloquia, si diverte, gioca e cresce in quel cammino fatto di strade asfaltate e altre sterrate, di gioie e dolori, di felicità ed affanni. Su tutto domina sempre la speranza e la convinzione che la ricchezza non è in noi, ma nel rapporto che con gli altri intessiamo.

Chi è l’altro allora verrebbe in mente da chiedersi?

Il nostro amico, nostro cognato, il vicino di casa, l’anziana che incontriamo sempre alla spesa, ma anche il barbone, il militare americano impegnato in una missione Oltreoceano, il cieco, il violento. Le parole di Paola, che si sciolgono in un linguaggio parzialmente musicale ed estremamente evocativo, fanno parte di una lingua senza tempo, un idioma di pace, di solidarietà e di comunione con gli altri.

Non esistono frontiere, sembra sussurrare la poetessa, quando parla di persone che appartengono ad altre città, regioni o a paesi a noi molto lontani e geograficamente e culturalmente come il Mozambico:

E’ lunga la strada per le donne,
in Mozambico.
[…]
camminano e camminano
[…]
lontano chilometri dal villaggio.
E camminano e camminano
andata e viaggio.
Se mettessero in fila tutti i loro passi
sarebbero ormai lontane, le donne
in Mozambico.

Una poesia stupenda che fotografa una realtà locale africana lontanissima dalla nostra frenesia giornaliera: il tempo sembra scandito dal camminare, come se si trattasse di una sorta di pellegrinaggio o di un tour de France a piedi, tappa per tappa. Nella poesia la Nostra mette in luce la difficile condizione della donna nell’ex colonia portoghese dove sono sulle spalle della donna una serie di attività che in una realtà poco evoluta come quella, vengono a significare dei veri e propri pesi che la indeboliscono e ne minano giorno dopo giorno la salute. Una realtà che Paola Surano ha visto con i suoi occhi in un recente viaggio per visitare il Centro dell’Associazione Macibombo Onlus che dedica le sue attività all’istruzione delle bambine.

Paola Surano canta la natura con i suoi rimandi alla flora e al lago, fonte ispiratore e di meditazione di tante liriche; ma commemora anche il ricordo di persone che, pur avendo intrapreso una strada parallela alla nostra, sono poi decedute lasciandoci (apparentemente) soli in quel percorso.

L’uomo è una summa di esperienze e di episodi, alcuni voluti altri fortuiti, e in ciascun caso non è che il prodotto di una serie di incontri, unioni (fidanzamenti, sposalizi, o amicizie) e distacchi da altre persone. Siamo quel che siamo solo perché ci rapportiamo al mondo. E il mondo non sono i monti e i mari, ma l’umanità, il gruppo sociale a cui la Nostra parla, si ispira e invoca affinché quell’animo solidaristico d’amore incontaminato per l’altro che le è proprio, possa contagiare con sapienza anche qualcun altro.

Ciascuno di noi traccia un sentiero
e cammina per anni,
inconsapevole
che il suo incrocerà
con un altro sentiero
e ne nascerà un incontro
e, forse, un tratto di strada
insieme.
(“Sentieri”,  p. 31).

La silloge lascia il posto anche a scenari più cupi e che fanno diretto riferimento alla cronaca giornaliera, quale i due tremendi assassini di Yara Gambirasio e di Sara Scazzi, nella cui poesia la Nostra riflette sul fatto che per quelle due ragazze, improvvisamente e beffardamente, il tempo si è annullato e non hanno più avuto l’occasione di vivere la vita (innamorarsi, sposarsi, avere un figlio o semplicemente viaggiare): “non ho mai pensato di non avere tempo/ per vivere la vita/ non ho mai pensato di finire così” (p. 39). In “Preghiera arrabbiata” la poetessa utilizza un linguaggio duro e indignato, è furente per la condizione sociale alla quale giornalmente assistiamo dominata da atti violenti, azioni di guerra, femminicidi e abomini di altra natura che denigrano l’essere umano e che portano la poetessa a far appello a Dio affinché aiuti l’uomo a ritrovare la sua strada.

In un mondo tanto difficile e doloroso, la speranza è un ingrediente necessario per andare avanti.

Paola Surano, come una maga bianca, ci regala questo elisir della beatitudine sulla terra con la riscoperta del semplice.

Lorenzo Spurio
(scrittore, critico letterario)

Jesi, 15-07-2013

E’ SEVERAMENTE VIETATO DIFFONDERE E/O PUBBLICARE LA PRESENTE RECENSIONE SENZA IL PERMESSO DA PARTE DELL’AUTORE.

V CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA INEDITA

“IL FEDERICIANO”
(Manifestazione ideata e realizzata dall’Editore Aletti)

Con il patrocinio del
COMUNE DI ROCCA IMPERIALE

I partecipanti dovranno inviare da una a cinque poesie inedite, a tema libero, che non dovranno superare i 30 versi/righe ciascuna, e che non siano contemporaneamente iscritte ad altri concorsi, entro

il 15 SETTEMBRE 2013
(FARÀ FEDE IL TIMBRO POSTALE DELLA DATA DI PARTENZA)

I partecipanti dovranno indicare il proprio nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, eventuale e-mail, e riportare la seguente autorizzazione firmata: “Autorizzo l’uso dei miei dati personali ai sensi dell’art. 13 D.L.196/2003”.
Gli autori dovranno compilare la scheda di partecipazione al concorso che potranno scaricare al seguente indirizzo:
http://www.rivistaorizzonti.net/scheda_federiciano2013.pdf
Non saranno considerate valide le poesie inviate in forma anonima.
Le poesie più belle saranno inserite nei volumi antologici “Il Federiciano” editi e distribuiti, nella omonima collana, dalla Aletti Editore.
Gli elaborati non saranno restituiti.
Tra tutte le poesie selezionate, due saranno pubblicate su stele di ceramica che verranno adagiate sulle pareti di alcuni edifici del centro storico di Rocca Imperiale: il Paese della Poesia.
La redazione contatterà solo gli autori selezionati per la pubblicazione all’interno dei volumi “Il Federiciano”.
Per gli autori minorenni è prevista una apposita sezione “I Germogli – Autori in divenire“. Questi ultimi dovranno inserire, oltre ai propri dati, anche la dicitura “Sezione Germogli” e se selezionati, potranno accedere alla pubblicazione solo previo consenso scritto dei genitori.
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, anche ad autori stranieri purché mandino gli elaborati in lingua italiana.
Si possono inviare anche poesie in vernacolo. 

Le opere dovranno essere inviate, in un’unica copia firmata, al seguente indirizzo:

Concorso “Il Federiciano”
Presso Aletti Editore,
Via Mordini, 22
00012 Villanova di Guidonia (RM)

oppure tramite un’unica spedizione e-mail all’indirizzo di posta elettronica: ilfedericiano@rivistaorizzonti.net, che dovrà contenere la seguente dicitura: “Partecipazione al Concorso Il Federiciano”; anche con questa modalità l’autore dovrà indicare nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico. Si consiglia di richiedere sempre la conferma della ricezione della e-mail.
Al fine di evitare la registrazione multipla del partecipante, si richiede di inviare la partecipazione mediante un’unica modalità: o tramite posta tradizionale o tramite e-mail. 

Gli autori selezionati saranno invitati alla cerimonia di svelamento delle stele poetiche vincitrici presso il comune di Rocca Imperiale (CS), Il Paese della Poesia.

Profilo Ufficiale: www.facebook.com/ilpaesedellapoesia

Per ulteriori informazioni telefonare allo 0774-354400

Il giudizio della giuria è insindacabile

ALBO D’ORO
Autori vincitori, provenienti dagli inediti: 
Elio Casanovi (2009), Battista Favoino (2010), Daniele Ninfole (2010), Antonio Chiaravalloti (2010), Mario Antenucci (2010), Alessandro Moschini (2011), Angela Ferilli (2011), Stefano Baldinu (2012), Raffaella Montecuollo (2012)

Autori che hanno donato i propri versi alla manifestazione,
su invito della casa editrice:

Dacia Maraini (2010), Alda Merini (2010), Mario Luzi (2011), Manlio Sgalambro (2011), Maria Luisa Spaziani (2011) e Lawrence Ferlinghetti (2011),
Eugenio Bennato (2012)

– See more at: http://www.rivistaorizzonti.net/concorsofedericiano2013.htm

PREMIO FAMIGLIA ARTISTICA MILANESE 2013
“140 ANNI D’ARTE A MILANO e in LOMBARDIA”
Concorso di PITTURA e POESIA

Indetto dalla Famiglia Artistica Milanese con il patrocino e la partecipazione del Circolo Culturale i Navigli

Iscriviti e divertiti:

[button link=”http://famigliaartisticamilanese.files.wordpress.com/2013/04/locandina_e_volantino_bando_concorso_di_pittura_e_poesia-fam-_2013.pdf” target=”_blank” style=”small” title=”Scarica la Locandina del Concorso di Pittura e Poesia 2013″][/button]

[button link=”http://famigliaartisticamilanese.files.wordpress.com/2013/04/140-anni-di-arte-a-milano-e-lombardia-_concorso-_fam-_2013.pdf” target=”_blank” style=”small” title=”Scarica il Regolamento – Bando di Concorso 2013″][/button]

aggiornamento del 25/06/2013 che annulla e sostituisce la precedente versione.

Premio Famiglia Artistica Milanese

Premio Internazionale di Poesia Don Luigi Di Liegro VI Edizione

(Scadenza 30 settembre 2013)
(Premiazione gennaio 2014)

La Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro in collaborazione col sito letterario La Bella Poesia indice la VI edizione del “Premio Internazionale di Poesia Don Luigi Di Liegro” per promuovere i valori di solidarietà e accoglienza che furono propri dell’opera di Don Luigi, nonché lo studio e la valorizzazione dell’arte letteraria quale strumento di emancipazione dello spirito e di affinamento della percezione della realtà, riservando una specifica attenzione allo sviluppo culturale e morale delle giovani generazioni.
A tal fine una sezione speciale avente per tema “il bene comune” è riservata ai giovani fino a diciotto anni di età e una sezione, dedicata alla saggistica, propone il tema drammatico della condizione carceraria in Italia; inoltreall’usuale momento di selezione e premiazione, verrà affiancata un’attività collaterale di informazione e confronto sulle pagine Facebook de “La Bella Poesia” e del “Premio Di Liegro”, nonché sui siti www.labellapoesia.blogspot. it e www.premiopoesiadiliegro.blogspot.it dove verranno pubblicati i testi delle poesie vincitrici e sarà favorito il dibattito tra i partecipanti.
In questa logica ai concorrenti che all’atto della domanda lo richiederanno, verrà data la possibilità di ricevere, indipendentemente dai risultati conseguiti, una scheda di valutazione dell’opera inviata.
E’ stata istituita inoltre una nuova sezione riservata alla poesiaedita edè stata confermata, considerato il successo registrato nella scorsa edizione, la Sezionededicata alla videopoesia.
Come per le precedenti edizioni verrà richiesto il patrocinio della Presidenza della Repubblica e di altre istituzioni.
Il Premio ha finalità benefiche. Tutti coloro che contribuiscono alla sua realizzazione lo fanno pertanto a titolo gratuito Eventuali surplus gestionali saranno utilizzati per il perseguimento delle finalità assistenziali propri della Fondazione.

REGOLAMENTO

Art.1 Sezioni del Premio
La VI Edizione del Premio Internazionale di Poesia Don Luigi Di Liegro si articola nelle seguenti sezioni:

Sezione A: poesia singola inedita a tema libero. Si possono inviare fino a tre poesie inedite, aventi ciascuna una lunghezza massima di 50 versi.

Sezione B riservata a giovani che al 30/10/2013 non abbiano compiuto i 19 anni: si partecipa con una poesia o un brano inedito, avente per tema “il bene comune”, senza limiti di lunghezza. Il tema fa riferimento al godimento e alla tutela dei beni collettivi e delle risorse naturali, alla preminenza dell’interesse generale sugli egoismi individuali, alla difesa della dignità dei persone e delle istituzioni, all’osservanza dei propri doveri come contributo al progresso sociale, ecc.

Sezione C: si concorre con un libro edito di poesie, dotato di codice ISBN, anche se stampato in “self publishing”.

Sezione D: saggio inedito avente per tema “La condizione carceraria in Italia”, senza limiti di lunghezza.
Sezione innovazione: si partecipa con una videopoesiaa tema libero (immagini, musica, voci, scrittura) della durata massima di 4 minuti.
Ogni autore può partecipare a più sezioni, versando le relative quote di iscrizione.

Art.2 Opere ammesse

Sono ammesse opere di autori italiani e stranieri scritte in lingua italiana o in lingua estera con la traduzione in italiano a fronte, che non si siano classificate nei primi tre posti di altri concorsi.
Per composizioni inedite si intendono opere che non abbiano ricevuto regolare pubblicazione editoriale. Non si considerano edite le opere pubblicate sui siti Web o sulle riviste di settore che non abbiano comportato il riconoscimento dei diritti d’autore.
Per videopoesie si intendono files audio/video con avanzamento automatico delle immagini che contengano al loro interno una poesia.

Ogni autore è responsabile del contenuto degli elaborati inviati e deve attestare, sotto la propria responsabilità, che le opere sono inedite, di propriaesclusiva composizione e nella propria completa disponibilità.

E’ a tal fine necessario che il presentatore dell’opera compili e firmi la domanda e la dichiarazione di responsabilità, allegate al presente regolamento.

Per i partecipanti alla Sezione B e per i minori di anni 18 di qualsiasi sezione, la domanda di partecipazione deve essere firmata da chi esercita la potestà genitoriale.
Art.3 Modalità di invio delle opere
Gli autori possono inviare le loro opere in formato elettronico (estensione: .doc o .rtf) all’indirizzo mail premiopoesiadiliegro@libero.it, indicando la/e sezione/i a cui intendono partecipare e allegando in files separati:
la domanda di partecipazione e la dichiarazione di responsabilità, debitamente compilate (modulo in calce);
le opere con cui intendono partecipare;
il curriculum sintetico (max trenta righe);
copia della ricevuta del versamento comprovante il pagamento della quota di partecipazione di cui al successivo art.5. Qualsiasi invio, privo di detta copia sarà ritenuto nullo.

Le opere possono essere inviate anche per posta alla: Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro – Premio Poesia – Via Ostiense 106 – 00154 Roma.
In tal caso i partecipanti alle Sezioni A -B e D devono inviare, insieme alla documentazione di cui sopra, n. 4 copie di ogni opera, di cui una firmata e le altre anonime.
I partecipanti alla Sezione C (libro edito di poesie) devono inviare oltre alla documentazione sopra descritta, due copie del libro ed un file del medesimoin formato .doc o .rtf. Il mancato invio (via mail o anche su disco) del libro in formato elettronico determinerà l’esclusione del concorrente.
Gli autori partecipanti alla Sezione innovazione devono pubblicare il video su youtube in modalità “video non elencato” e qualità superiore ai 240p, inserendo poi nel corpo della domanda il codice identificativo dell’opera, fornito in automatico da youtube nella finestra “codice da incorporare”.
In alternativa, se il concorrente opta per l’invio tramite posta, deve spedire, insieme alla documentazione richiesta in via generale, il DVD contenente il file della videopoesia, in formato .avi. o .wmv.

Art. 4 Termini di presentazione
Le opere dovranno essere inviate entro il termine massimo del 30 settembre 2013 (farà fede, a seconda delle modalità di invio, la data della mail o la data del timbro postale).
Per la Sezione B il termine è fissato al 30 ottobre 2013

Art.5 Quota di partecipazione
Per la partecipazione a ciascuna sezione dovrà essere corrisposto, a titolo di contributo, un importo di € 20,00.
Per favorire la partecipazione giovanile i concorrenti che, alla data del 30 settembre 2013, non avranno compiuto i 21 anni di età potranno versare un contributo ridotto di € 10,00, allegando copia della propria carta d’identità.
I versamenti potranno essere effettuati sul conto corrente postale 97970008 intestato alla Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro – Onlus – Via Ostiense 106–00154 Roma oppure sul conto corrente bancario presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma (IBAN IT08Z0832703226000000244000) intestato alla medesima Fondazione. Dovrà essere riportata come causale: il nome del concorrente, la Sezione prescelta e la dizione.: “Contributo Premio poesia Di Liegro”.

Art.6 Giuria
La giuria, presieduta dal poeta, romanziere e saggista Prof. Dante Maffia, è composta da:
Prof. Giorgio Taffon (saggista, autore drammatico, critico letterario, docente Dams e Roma Tre)
Prof. Carmine Chiodo (docente Università di Tor Vergata – Roma)
Prof. Giorgio Linguaglossa (critico letterario e saggista)
Dr.ssa Maria Fabbricatore (poetessa, giornalista e scrittrice)
Dr.ssa Fosca Massucco (fisico e poetessa)
Zyna La Barbera, (musicista, pittrice e poetessa)
Dr.ssa Maria Grazia Insinga (poetessa e musicista)
Prof. Manuel Cohen (poeta e critico letterario)
Prof.ssa Nunzia Pasturi (insegnante di lettere)
Dr. Renato Fiorito (scrittore e poeta) Presidente del Premio.
Per la Sezione B dedicata ai giovani svolgerà funzioni di consulenza Monica Maggi.
Per la Sezione Videopoesia svolgeranno funzioni di consulenza gli artisti:
Angelo Paionni (photographer/publisher – www.angelopaionni.it)
Eduardo Fiorito (drammaturgo e fotografo – www.eduardofiorito.com )
Segretaria del Premio è la Dr.ssa Maria Carla Brunetti.
Variazioni nella composizione della giuria per sopravvenute indisponibilità non comporteranno l’obbligo di modificare il presente articolo del regolamento.

Art.7 Selezione
Per ogni sezione verrà individuatauna rosa di finalisti che sarà pubblicata sui siti www.premiopoesiadiliegro.blogspot.it e www.labellapoesia.blogspot.it, nonché comunicata via e-mail agli interessati che avranno fornito un indirizzo valido di posta elettronica.
Sarà altresì reso noto prima della cerimonia di premiazione l’elenco dei vincitori.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.
Art. 8 Premi
Sezione A: ilprimo classificato riceverà un premio di € 500,00. Il secondo e terzo classificati riceveranno una targa personalizzata e l’attestato di vincitore. I testi particolarmente meritevoli riceveranno una medaglia personalizzata e una menzione di merito.
Sezione B: ilprimo, secondo e terzo classificato riceveranno una coppa personalizzata e l’attestato di vincitore.
Sezione C: il primo classificato riceverà un assegno di € 300,00, una targa personalizzata e l’attestato di vincitore, i secondi e terzi classificati una targa personalizzata e l’attestato di vincitore.
Sezione D: il primo classificato riceverà un’opera d’arte, una targa personalizzata e l’attestato di vincitore, i secondi e terzi classificati una targa personalizzata e l’attestato di vincitore.
Sezione Innovazione: l’autore del testo della videopoesia prima classificata riceverà un’opera d’arte, una targa personalizzata e l’attestato di vincitore. Gli autori dei testi delle videopoesie seconda e terza classificate riceveranno una targa personalizzata e l’attestato di vincitore. Il video maker 1° classificato, se diverso dall’autore della poesia, riceverà una medaglia e l’attestato di vincitore, I video-maker delle videopoesie classificate seconda e terza riceveranno un attestato di vincitore.
Come già avvenuto nella precedente edizione altri premi potranno essere attribuiti nei limiti consentiti dal numero e dalla qualità delle opere partecipanti, nonché dalla presenza di eventuali sponsor.

Art.9 Premiazione

La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma in una sede istituzionale significativa, alla fine del mese di gennaio 2014, alla presenza di autorità e protagonisti della cultura.
Coloro che non potranno essere presenti alla cerimonia, hanno la possibilità di delegare persone di loro fiducia per il ritiro del premio. In via subordinata si potrà richiederne, entro un mese dalla cerimonia, la spedizione a domicilio, versando l’importo corrispondente alle spese di spedizione.
I premi in denaro devono essere ritirati personalmente dai vincitori. In caso di mancato ritiro, questi saranno incamerati e messi a disposizione della successiva edizione del premio.

Art.10 Notizie sui risultati
A tutti i concorrenti che avranno fornito il proprio indirizzo di posta elettronica saranno inviate informazioni articolate in ordine alle varie fasi del concorso e alle opere premiate. Inoltre dette informazioni saranno disponibili sui siti www.labellapoesia.blogspot.it e www.premiopoesiadiliegro.blogspot.it dove saranno anche pubblicati i testi delle opere vincitrici con le relative motivazioni.
Sono inoltre già aperte in via permanente su Facebook le pagine intestate a “La Bella Poesia” e al “Premio Internazionale di Poesia Di Liegro”, dove sono fornite tutte le informazioni ed è possibile postare commenti e partecipare al dibattito.
I risultati del Premio saranno inoltre pubblicati in rete sui siti specializzati e comunicati agli organi di stampa.
Tutti i concorrenti che all’atto dell’iscrizione lo richiederanno, versando un’ulteriore somma di € 5,00, potranno ricevere al proprio indirizzo e-mail, dopo la cerimonia di premiazione, una scheda di valutazione dell’opera, redatta in autonomia rispetto al lavoro della giuria.
Non saranno inviate informazioni a mezzo posta.

Art.11 Autorizzazione alla pubblicazione delle poesie
La partecipazione al concorso implica l’autorizzazione a pubblicare, senza ulteriori formalità, le opere inviate sui blog e sulle pagine Facebook de “La Bella Poesia” e “Premio Internazionale di Poesia Di Liegro”, nonché sul materiale pubblicitario e informativo del Premio.
Tutti i diritti sull’opera rimarranno nella disponibilità dell’autore.

Art.12 Acquisizione delle opere
I manoscritti inviati non verranno restituiti.

Art. 13 Accettazione del regolamento
La partecipazione al premio comporta automaticamente l’accettazione di tutti gli articoli del presente Regolamento.

Art.14 Privacy
I partecipanti al premio accettano il trattamento dei propri dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e successive modifiche.

Eventuali informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti all’indirizzo e-mail premiopoesiadiliegro@libero.it nonché a:

Renato Fiorito (Presidente del premio)– Cell. 3484401794
Carla Brunetti (Segretaria del Premio) Cell. 3496282488

Il Presidente del Premio La Segretaria del Premio
Renato Fiorito Maria Carla Brunetti

Roma, 28 aprile 2013

======================================================

Domanda di partecipazione

Nome:…………………………… Cognome:……………………………………………
Data di nascita………………………Indirizzo:……..……………………………..…
Città:…………………………..……CAP..…………………Provincia:………………
Cellulare:…………………………..Numero telefonico:…………………………..
Indirizzo email………………………………………………………………………….
Nomedell’opera/e……………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………….
Sezione a cui si chiede di partecipare:………….………………………………
Dichiarazione di responsabilità:
Il sottoscritto…………..……………………………………………………… accetta le norme del presente regolamento e dichiara che le opere proposte sono inedite, di propria esclusiva composizione e nella propria piena disponibilità.
In caso di partecipazione alla sezione innovazione: dichiara che il video
è stato realizzato da ………………………………………………………………………………

abitante a ………………………………. CAP……..………. Via…………….….……………
Tel…..…………………. Cell…………………. mail………………………………………
che la voce recitante appartiene a ……………………………………………..….
abitante a …………………………. CAP……………..Via………….……………………
Tel……………………Cell ……………..…… mail……………………….………………..
che le musiche e le immagini realizzate NON sono protette da Copyright e da diritti SIAE o altro diritto, sollevando la Fondazione Di Liegro da ogni responsabilità in merito.

Firma del richiedente
(o di chi esercita la potestà genitoriale in caso di minore)
……………………………………………………………………………………..

È uscito da pochi giorni Imago di Antonella Troisi. Si tratta di una raccolta di poesie edita da TraccePerLaMeta Edizioni. Questo libro rappresenta l’opera prima di Antonella Troisi, poetessa campana residente a Salerno.

Dalla prefazione curata da Lorenzo Spurio si legge: «Il lettore troverà poesie dal gusto nuovo la cui collocazione in un genere risulta difficoltosa, ma, come si sa, nel nostro secolo non è opportuno parlare di scuole, movimenti né generazioni. […]La difficoltà nel percepire in maniera lucida e razionale quali siano i limiti estremi di un amore è al centro della silloge dove l’amore si configura a tratti come un tormento, un desiderio, un pensiero ricorrente, un’illusione. La poetessa, però, è altamente coscienziosa nel sapere che parlare di amore immancabilmente significa parlare anche del tempo che, imperterrito scorre».

Il libro può essere ordinato ed acquistato tramite lo shop di TraccePerLaMeta Edizioni o tramite ogni altra libreria online.

TITOLO: Imago
AUTORE: Antonella Troisi
EDITORE: TraccePerLaMeta Edizioni
PAGINE: 56
ISBN: 
978-88-907190-7-3
COSTO: 9€
 
Antonella Troisi - Imago

Info:
info@tracceperlameta.org
www.tracceperlameta.org

Titolo suggestivo e invitante per la nuova pubblicazione di Annalisa Soddu, Interni, il suo nuovo libro di poesie. La pubblicazione dell’opera è stata curata e gestita da TraccePerLaMeta Edizioni, attività di editoria rivolta ai soci dell’Associazione Culturale TraccePerLaMeta.

Dopo il successo avuto con il racconto Il fuoco di Lorenzo, la scrittrice di origini sarde ritorna con una nuova pubblicazione molto carica di significati, come lo stesso titolo del libro chiarifica.

Il critico Lorenzo Spurio nella prefazione osserva: «Questo libro non lascerà indifferente il lettore, perché le liriche che si appresta a leggere “graffiano” il cuore di chi, con sensibilità e innocentemente, sa leggere tra i versi. […] La Soddu affonda con perizia il bisturi in una materia sociale dolorosa e si mostra sensibile alle tortuose pieghe dei comportamenti e dei pensieri umani, attenta osservatrice delle problematiche dell’uomo contemporaneo, delle sue crisi e delle sue affettività».

Il libro può essere ordinato ed acquistato tramite lo shop di TraccePerLaMeta Edizioni o tramite ogni altra libreria online.

TITOLO: Interni
AUTORE: Annalisa Soddu
EDITORE: TraccePerLaMeta Edizioni
PAGINE: 54
ISBN: 
978-88-907190-6-6
COSTO: 9 €

Annalisa Soddu - Interni

Info:
info@tracceperlameta.org
http://www.tracceperlameta.org

Fabio Clerici ha passato tre mesi in missione di soccorso in Emilia, dopo il tragico evento del sisma che ha distrutto, terra, famiglie e quotidianità di una vita normale.
Un libro che attraverso i suoi tredici racconti, le sue testimonianze, le fotografie, diventa un autentico  reportage che attira il lettore in qualcosa che porta alla riflessione e alla consapevolezza di quanta violenza  può produrre una natura che dovrebbe amare i suoi figli.
Un libro che commuove, che ci fa sentire testimoni di uno scempio contro il quale non si può fare nulla se non ricostruire, tassello dopo tassello ogni piccola cosa, ogni   quotidiano gesto, ogni bisogno di normalità perduta.
L’autore, attraverso i suoi personaggi, uomini e donne in divisa, attraverso la loro sensibilità e caparbietà nell’aiutare, ci mostra uno sfondo surreale, dove ha importanza anche una semplice foto, un sorriso e un grazie, dove si respira l’essenza di chi ha subìto, un’essenza fatta di coraggio, di speranza dove le lacrime non servono, ma è utile l’aiuto, la comprensione, la tenacia di esistere e persistere nonostante  la terra tremi e spesso faccia sentire il suo latrare continuo.
Racconti di testimonianze dove tutto è utile; il servizio antisciacallaggio,come supporto alle vittime del terremoto,  quel cancro del male che non teme il dolore altrui, ma anzi, cerca di trarne vantaggio sporcando e infangando una terra già martoriata e denigrata; c’è bisogno di psicologi per aiutare i bambini a recuperare e assorbire l’impatto con il terrore e il cambiamento repentino di vita, ormai lontana dall’essere infanti,poi  serve la mano, l’abbraccio, la pacca sulla spalla, la parola all’anziano e a chi ha perduto irrimediabilmente ciò che è stato della propria vita.
La scrittura di Fabio Clerici è fluida, ricca di particolari e nonostante l’ambientazione, la situazione e la crudeltà dell’accaduto, egli non indurisce l’idioma, anzi ne fa quasi carezza come se volesse usare  una sensibilità particolare alla descrizione di tanto male, egli infatti sottolinea anche passaggi molto commoventi, come l’importanza di una foto per una donna che ormai non ha più niente, la foto di un figlio deceduto giovanissimo, così come descrive la riconoscenza della gente, ricordando i sorrisi, il rispetto, l’educazione.
Dal libro viene fuori un quadro ricco di colori dove non prevale solo il nero, ma tante sfumature di rosa che fanno parte della speranza, della voglia di farcela , il cuore pulsante  di una popolazione coraggiosa, forte, esemplare: quella degli Emiliani, uomini e donne  che nonostante la terra e le sue scosse, l’abbiano inginocchiati, graffiati, insultati, violentati, hanno saputo rimboccarsi le maniche nonostante tutto.
Grazie all’aiuto fondamentale di gente straordinaria come Fabio Clerici e tutti i volontari del servizio civile e gli agenti di Polizia Locale, questa popolazione non si è arresa e forse sono loro, proprio loro, il GRIDO DELLA TERRA più forte e imponente, l’urlo della difesa alla vita e alla normalità dell’essere umano!

MARZIA CAROCCI

Il Grido della Terra – Missione Emilia
di Fabio Clerici
TraccePerLaMeta Edizioni, 2013
Recensione a cura di Marzia Carocci